Sardegna Medievale - ebook d'arte

Il nostro progetto è la diffusione della conoscenza dell’arte in Sardegna.

Bosa, la moda trecentesca negli affreschi di Regnos Altos

È certo che il modo di vestire degli italiani subì un improvviso cambiamento negli anni tra il 1335 e il 1340, cambiamento che le arti figurative cominciarono a registrare solo dopo il 1345. Secondo taluni cronisti scandalizzati che scrivevano intorno al 1340 [il domenicano milanese Galvano Fiamma, il fiorentino Giovanni Villani, l’anonimo autore della ‘Vita di Cola di Rienzo’] la nuova moda veniva per lo più considerata come importata dalla Catalogna. Andavano scomparendo le tonache larghe comode e ‘oneste’, lunghe fino ai piedi con colli alti e rigidi del buon tempo andato in uso da secoli. Al loro posto si cominciarono a preferire quelle scandalose gonnelle che scoprivano quasi le natiche con cinture molto basse rispetto al punto della vita: inutile fu ogni tentativo di impedirne la diffusione.

Leggi tutto...
   

Pubblicazione ebook Bosa Medievale e Saccargia - download diretto dal sito


Dopo una lunga pausa di apparente inattività il progetto Sardegna Medievale riparte su questa piattaforma con la pubblicazione dei primi due ebook Bosa Medievale e Saccargia scritti da Fernanda Poli e prodotti con il marchio DHUODA da Rossella Fadda, che è tra l'altro anche autrice delle foto.

Pausa, per l'appunto, solo apparente.

In realtà non abbiamo mai smesso di lavorare a questo progetto straordinario, in cui crediamo, seppur con le innegabili difficoltà che incontra, in questo contesto storico, economico e purtroppo anche normativo, chiunque decida di produrre cultura con i soli propri mezzi; soprattutto nel campo dell'editoria digitale.

Leggi tutto...
   
‘Costruzione della Torre di Babele’, Rudolf von Ems, Cronaca universale, (1360 circa), Zurigo, Zentralbibliotek.

Considerazioni sul Cantiere Medievale

di FERNANDA POLI

Il Medioevo non aveva una concezione chiara e lineare del tempo, per cui sia la rapidità sia la lunga durata di una costruzione potevano essere oggetto di meraviglia come attestato dalle fonti: si prendano i due casi estremi dei venti anni necessari per innalzare Cluny III e dei centoundici per il duomo di Ulm (11 W. SauerlÄnder, Tempi pieni e tempi vuoti, in E. CASTELNUOVO – G. SERGI, a cura di, ‘Arti e storia nel Medioevo’, I: ‘Tempi Spazi Istituzioni’, Torino 2002, pp. 12 ss.). Per quanto i loro testi tendessero a magnificare le operazioni di costruzione delle cattedrali, non sfuggiva neanche ai cronisti del tempo che varianti imponderabili come il rigore degli inverni e la durata delle piogge influenzavano i tempi di realizzazione.

Leggi tutto...
   

La Decorazione scultorea del Sant’Antioco di Bisarcio - Nuovi dati per vecchie attribuzioni

di FERNANDA POLI

La chiesa cattedrale di Bisarcio, dedicata al vescovo e forse martire sulcitano Antioco (11 A.F. SPADA, Storia della Sardegna cristiana e dei suoi Santi. Il primo millennio, Oristano 1994, pp. 170-74.), è  uno di quei luoghi che l’Oursel avrebbe chiamato ‘pieni di anima’. Posata su un basso sperone roccioso, vive la sua solitudine al centro della fertile piana di Chilivani, tra le rovine del complesso episcopale e del villaggio omonimo. Nessuna operazione di archeologia medievale ci sembra più urgente in Sardegna che lo scavo e la riscoperta di questo sito che, proprio perché mai indagato, ha mantenuto sicuramente intatto tutto il suo potenziale di testimonianza storico-urbanistica (22 Una vasta area circostante la cattedrale venne sottoposta nel 1953 a vincolo di tutela come zona rispetto ai sensi dell’art. 21 della legge 1.6.1939, n. 1089, a cura della Soprintendenza ai Monumenti e Gallerie della Sardegna, avente allora sede a Cagliari. Un provvedimento intelligente che certamente ha aiutato la conservazione delle strutture, sia pure dirute, del complesso cattedrale (episcopio, canonica, chiostro), ricordate dalla letteratura sull’argomento.).

Leggi tutto...
   

Pagina 2 di 2

Acquista on line un eBook d'arte su Bosa medievale e su Saccargia




Rossella Fadda e Fernanda Poli

di Sardegna Medievale, al lavoro

all'interno dalla Basilica di San Gavino

a Porto Torres. Oggetto del set di riprese

fotografiche è la Lunetta del portale

settentrionale della chiesa

(quella posizionata all'esterno è una copia)






You are here: Home